Offerte
in resort

shop
 

Lago di San Domenico

Una delle mete “turistiche” e religiose predilette dagli abruzzesi è sicuramente il lago di San Domenico che non è soltanto un piacere per gli occhi ma anche un diletto per l’animo di chi sente fortissimo in se il trasporto per uno dei santi più celebrati d’Abruzzo, ossia San Domenico che proprio in un paese posto nelle vicinanze del lago di Scanno mostra ai fedeli il suo meraviglioso eremo. Ed in maniera particolare le vetusta struttura che sorge sulle rive del lago di San Domenico, nel comune di Villalago è appunto l’eremo dedicato a questo Santo.

Dove si trova?

Il lago di San Domenico è un lago montano, sito nel comune di Villalago, in provincia dell’Aquila, nei pressi dell’eremo di San Domenico.

Prende origine da una diga completata nel 1929 per conto delle Ferrovie dello Stato per convertire la linea Roma-Sulmona alla trazione elettrica. Le acque del lago, mediante una condotta forzata lunga 6 chilometri prevalentemente scavata nella roccia, alimentano la centrale idroelettrica del Sagittario, situata a valle di Anversa.

L’affluente principale è il Sagittario, che è anche l’unico fiume che sgorga dalla diga; il lago è pure dotato di affluenti di infima importanza come le cascatelle della sorgente Sega ed il fiumiciattolo di Prato Cardoso che si immette carsicamente nel lago; quest’ultimo è un corso d’acqua occasionale spesso a regime torrentizio creato dalle piogge o dallo scioglimento delle nevi.

Cosa vedere?

Il centro storico del paese è particolare: le case sono tutte addossate le une alle altre e posizionate come fossero scalette perché seguono il profilo stesso del paese che è a sua volta stretto. Altro nucleo fondamentale oltre che punto di riferimento per l’espansione del paese fu la torre di avvistamento : nello specifico la torre serviva soprattutto per controllare che tutto nella Valle del Sagittario andasse bene; essa è un a torre Medioevale

Secondo delle notizie storiche ed agiografiche , San Domenico visse nell’ incanto di questi luoghi intorno all’ anno Mille ed allo stesso Domenico è attribuita la costruzione del Monastero di San Pietro “in valle de lacu”, ed il Monastero degli Eremiti; quest’ultimo consisteva in una semplice costruzione nella quale i monaci si riunivano durante occasioni che prevedevano comunitaria vita monacale ed in piccole grotte utilizzate come celle eremitiche è probabile che la chiesa sia stata costruita intorno al 1500.

Cosa fare?

Visitare l’interno del Santuario, un piccolo portico, che è stato dotato di una bifora che la impreziosisce anche ma offre lo spunto per una splendida visuale sul lago.

L’interno della chiesa invece ha un andamento un po’ particolare, infatti entrando sembra restringersi andando verso il fondo, mentre la porzione esattamente dietro l’altare evidenzia un semplicissimo ingresso verso la parte più significativa.

La più antica di questo insolito luogo di culto è la porta che conduce alla “Grotta di San Domenico”. Gli scalini che sono interamente ricavati nella roccia permettono di scendere e sono rampe di scale brevi ma irte. Una volta attraversato l’ingresso, nella parte sinistra è possibile osservare quella che sembrerebbe una tomba, delimitata da quattro piccoli pilastri che sono posti agli angoli di questa struttura rettangolare: il letto dello stesso San Domenico.

Villalago è un paese molto attento al culto di questo Santo fino a diventare il simbolo di questo luogo. I festeggiamenti in onore del Santo avvengono in paese, mentre il giorno dopo c’è una celebrazione del rito liturgico nel Santuario.

Spa Resort Abruzzo
Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet